Home SPORTELLO DEL CITTADINO
SPORTELLO DEL CITTADINO
SPORTELLO DEL CITTADINO PDF Stampa E-mail
Scritto da Segreteria   
Mercoledì 05 Ottobre 2016 11:01

SPORTELLO PER IL CITTADINO”

Il Consiglio dell'Ordine ha istituito lo “Sportello per il cittadino” con lo scopo di fornire un servizio di informazione e orientamento per l’accesso alla giustizia e per la fruizione delle prestazioni professionali degli Avvocati.

Il servizio verrà garantito nel secondo e nel quarto lunedì di ogni mese, dalle ore 11.30 alle ore 13.00 , sia presso la sede del Consiglio dell’Ordine (in Via Napoli di Lagonegro) e sia presso la sede della Camera di Conciliazione (in Via De Marsico di Sala Consilina, al primo piano dell’ex Tribunale).

Per ulteriori informazioni, potrete contattare il Consigliere Delegato (avv. Teresa Tedesco, tel. 3389942063).

Il Presidente

Avv. Gherardo Cappelli

 


 



Ultimo aggiornamento Mercoledì 05 Ottobre 2016 11:16
 


Decreto 2 luglio 2012 - Adeguamento dei limiti di reddito per l'ammissione al patrocinio a spese dello Stato

2 luglio 2012

(pubbblicato in Gazzetta Ufficiale n. 250 del 25 ottobre 2012)

IL CAPO DEL DIPARTIMENTO
per gli affari di giustizia del Ministero della giustizia

di concerto con

IL RAGIONIERE GENERALE DELLO STATO 
del Ministero dell'economia e delle finanze

Visto l'art 76 del Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di spese di giustizia, approvato con D.P.R 30 maggio 2002, n. 115, che fissa le condizioni reddituali per l'ammissione al patrocinio a spese dello Stato;

Visto l'art. 77 del citato Testo Unico che prevede l'adeguamento ogni due anni dei limiti di reddito per l'ammissione al patrocinio a spese dello Stato in relazione alla variazione, accertata dall'Istituto Nazionale di Statistica, dell'indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, verificatesi nel biennio precedente;

Visto il decreto dirigenziale emanato in data 20 gennaio 2009 dal Ministero della Giustizia di concerto con il Ministero dell'Economia e delle Finanze, con il quale, con riferimento al periodo 1° luglio 2004-30 giugno 2006 ed al periodo 1° luglio 2006-30 giugno 2008, e' stato aggiornato in euro 10.628,16 l'originario importo fissato dall'art. 76, comma 1, del D.P.R. n. 115/02;

Ritenuto di dover adeguare, per il periodo relativo al biennio 1° luglio 2008-30 giugno 2010 il predetto limite di reddito fissato in euro 10.628,16;

Rilevato che nel periodo relativo al biennio considerato, dai dati accertati dall'Istituto Nazionale di Statistica, risulta una variazione in aumento dell'indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati pari ad 1,3%;

Decreta:

L'importo di euro 10.628,16, indicato nell'art. 76, comma 1, del D.P.R. n. 115/02, cosi' come adeguato con decreto del 20 gennaio 2009, e' aggiornato in euro 10.766,33.  
Il presente decreto verra' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

Roma, 2 luglio 2012

Il capo del dipartimento per gli affari di giustizia del Ministero della giustizia
Selvaggi

Il ragioniere generale dello Stato del Ministero dell'economia e delle finanze 
Canzio

Registrato alla Corte dei conti il 9 agosto 2012 
Registro n. 7 Giustizia, foglio n. 345